Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 20 Ott 2012 in catania, centro popolare experia | 0 comments

Non siete degni di guardare negli occhi Catania

Non siete degni di guardare negli occhi Catania

“Noi possiamo guardarti negli occhi” è lo slogan protagonista della campagna elettorale di Salvo Pogliese (PDL).
Lo stesso Pogliese che insieme a Giacomo Bellavia, Manlio Messina ed all’onorevole Catanoso, nell’ottobre del 2009 attraverso una campagna per il ripristino della legalità, orchestravano insieme al Sovrintendente dei Beni Culturali di Catania Campo ed alla giunta Lombardo, lo sgombero del Centro Popolare Experia.
L’obiettivo era quello di chiudere l’illegale centro sociale, l’unico luogo di aggregazione presente nell’Antico Corso in cui si organizzavano innumerevoli attività sociali e politiche, come il doposcuola, il laboratorio di giocoleria, la palestra popolare e la ciclofficina oltre a feste e dibattiti cittadini, per ristabilire l’ordine e la legalità.

L’unico obiettivo era abbandonare al degrado un quartiere della città. 

Una città in cui tutto è abusivo e abusivo, in cui il Comune è in dissesto finanziario, le scuole si accorpano, la luce non c’è per le strade (perché oggi tocca alla mia zona dover risparmiare) e interi quartieri sono abbandonati e degradati.
L’unico obiettivo era ristabilire il silenzio e mettere a tacere un’esperienza che da anni denunciava le contraddizioni presenti nella nostra città e lo faceva attraverso attività autorganizzate ed autogestite. 

Sono passati tre anni ed il portone rosso del Centro Popolare è ancora chiuso, tutta la zona della Purità è lasciata al completo degrado ed abbandono. L’area antistante al CPO adesso è un luogo franco, non è più sicura per i ragazzi che scavalcano per andare a giocare alla Manzoni e per gli abitanti che ogni giorno l’attraversano per tornare a casa.

L’arena dell’Experia dove avevamo proposto già nel 2001 di realizzare una bambinopoli ed un parco archeologico per il quartiere adesso è invasa da siringhe, spazzatura e borse rubate. Una discarica a cielo aperto. Sono passati tre anni e queste stesse persone pretendono di poterci guardare negli occhi. Noi li invitiamo invece ad abbassare lo sguardo per la vergogna ed il degrado in cui hanno lasciato il nostro quartiere e tutta la città.

Noi li consideriamo nemici dei lavoratori, perché hanno utilizzato le loro cariche politiche per favorire le grandi speculazioni dei centri commerciali, lo sperpero del denaro pubblico per clientelismo politico, la svendita del patrimonio pubblico e la privatizzazione dei servizi sociali.

Questa lotta non è finita, questa città ha ancora bisogno di spazi sociali e politici.

Giovedì 25 ottobre 2012 dalle ore 20.00
Via Crociferi, Davanti l’ex Istituto D’arte
Proiezione del video “Abbassate lo sguardo” + Dj Set e Aperitivo.

 

centro popolare experia catania 2012centro popolare experia catania 2012centro popolare experia catania 2012centro popolare experia catania 2012centro popolare experia catania 2012centro popolare experia catania 2012

 

 

 

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Abbassate lo sguardo! Il Centro Popolare Experia 3 anni dopo lo sgombero. « ANPI CATANIA - [...] testo del nostro comunicato su: http://www.cpoexperia.it/centro-popolare-experia-catania-2012/ Like this:Mi piaceBe the first to like [...]
  2. Experia/ Manganelli. Contro la legalità | I Siciliani giovani - [...] Il testo comunicato del CPO Experia [...]

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *